Un luogo di incontro per tutti coloro che seguono lo Jedismo o sono attratti da esso
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Controllo della rabbia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Jedi
Admin
avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioTitolo: Controllo della rabbia   Lun Nov 01, 2010 4:31 pm

Il percorso che affrontiamo tutti i giorni ci fa imbattere continuamente in questo sentimento, la rabbia è umana, ma è innegabile che è molto pericolosa, perchè ci acceca, non ci fa essere razionali, portandoci spesso a dire cose che non si pensano realmente, ferendo gli altri, o verso azioni che mai e poi mai faremmo perchè contro la nostra etica, senza contare quanta energia interiore fa disperdere, come riuscite voi a controllare questo sentimento per mantenere quiete e razionalità?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://jedismo.forumattivo.com
alos

avatar

Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 07.09.10
Età : 22

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mar Nov 02, 2010 3:56 pm

come ho ja detto io uso il passimo modo di chiuderla dentro di me ma così dopo finisce che mi parte l'ira funesta.
conoscete metodi più validi?
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Jedi
Admin
avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mar Nov 02, 2010 10:14 pm

Eh...in effetti reprimerla non è il migliore dei metodi, il finale è sempre lo stesso...una vera esplosione con tanto di fuochi di artificio! Very Happy
In realtà esistono molti metodi, ognuno ha il suo...
Per prima cosa potrei consigliarti di "osservare" la rabbia, quando sale... osservati, inizia a farti qualche domanda analizzandola, sulla sua vera natura, nella maggior parte dei casi (se si analizza bene a fondo) appare come qualcosa di ridicolo... di esagerato rispetto la situazione, anche il fatto di esser consapevole che arrabbiandoti ti stai facendo del male da solo può esserti di aiuto, poi accettala... non darle troppa rilevanza, ciò non significa reprimerla, semplicemente non ti concentri su di essa, sai che c'è...
Poi oltre a questo esistono tecniche di respirazione, o anche semplicemente meditare quotidianamente può già essere fondamentale
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://jedismo.forumattivo.com
alos

avatar

Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 07.09.10
Età : 22

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Nov 03, 2010 4:48 pm

ti ringrazio del consiglio Wink in effetti è più semplice di quanto mi ero messo in testa Razz
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Gio Nov 11, 2010 12:54 am

Da quello che posso consigliare, prima di tutto, è cercare di capire da dove nasce e che cosa la fa scatenare la rabbia. Capito questo bisogna cercare di non farla salire oltre un certo limite. Ovviamente questo limite è personale e bisogna conoscersi, ma soprattutto interrogarsi su che cosa ci da fastidio e cosa no.
Ci sono moltissime categorie di persone che possono provare rabbia in vari modi. Credo che usare un protocollo di terapia per le persone disagiate mentalmente sia una cosa piuttosto costruttiva. Sfogare la propria rabbia in cose costruttive, almeno questo funziona fino ad un certo punto.
Cosa ancora più importante è capire come trasformarla in qualcos'altro e fino a che limite lo si può fare.
Se la rabbia passa oltre un deterimato quantitativo sarebbe bene sfogarla fisicamente, tipo un combattimento. Gli orientali presero le arti marziali e le usarono come fine per poter controllare le proprie emozioni. La maggior parte delle volte le reprimevano, risultando così delle "pentole a pressione", solo che loro sono militari e calmano la pressione, noi occidentali la facciamo espliodere. Ovviamente bisognerebbe che fosse come l'esplosione controllata per una demolizione, sfogarla magari picchiando un sacco.
La cosa importante è non vergognarsene. Le cose che si dicono sono parte del nostro pensiero e bisogna accettarle, se ci da fastidio qualcosa di qualcuno verrà fuori solamente sotto la rabbia, perché il nostro filtro normale impedisce di commettere errori del genere davanti a persone che possono essere nostre amiche. Invece dobbiamo capire perché, e poi capire il come.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Gio Nov 11, 2010 1:01 am

una cosa che mi sono dimenticato di dire è che: nelle arti marziali orientali tutti parlano di controllo, di dominazione, delle proprie emozioni. Credo che per noi non siano dei termini adatti, ma sorattutto (e qui muovo una critica profonda), i maestri di arti marziali non ti insegnano niente, anche se usano il termine "controllo delle proprio essere", "controllo delle emozioni", solamente per fare cartello e prendere in giro le persone. Nei corsi quando gli chiedi qualcosa ti danno risposte evasive come "quando sarai più bravo capirai", proprio in senso che non sanno niente. Solo pochi stili, forse uno o due, fanno una cosa del genere, gli altri hanno solamente esigenza di gara sportiva o di spillare soldi come birra dal fusto.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
alos

avatar

Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 07.09.10
Età : 22

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Gio Nov 11, 2010 7:26 pm

be probbabilmente dicono quello perchè è la soluzione più ovvia controllare la rabbia bloccarla e non farla uscire nel momento peggiore.
non credo che quello che dicano sia sbagliato.
cmq la rabbia deve essere repressa, che poi si trovi il modo per farla uscire pacificamente o che esploda in modo irreparabile da questo si parte... non ci sono altri modi.
correggetemi se sbaglio
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Gio Nov 11, 2010 7:40 pm

Io penso che la cultura sia piuttosto diversa dalla nostra, quindi credo che le cose che dicono siano da prendere con le molle. Io dal mio punto di vista, più per cammino interiore che sono passato da tutti e due i lati, posso dire che, almeno per me, sfogare aiuta molto. Dipende sempre da che tipo di persona sei ovviamente.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: rabbia   Lun Lug 25, 2011 12:31 pm

Salve!
Vorrei contribuire con le vostre argomentazioni.
Sul sentimento della rabbia ho le mie idee, ma sono molto soggettive.
Siete interessati?
Innanzi tutto sono d’accordo con l’Admin che la “rabbia è umana”.
Sono d’accordo con Alos sul fatto che la rabbia può diventare rancore.
Infine sono d’accordo con Kain-the-alkemyst quando dice che “…bisogna cercare di non farla salire oltre un certo limite.”
Il mio parere invece è che c’è rabbia e rabbia.
La rabbia connaturale all’uomo e quella no.
Per rispondere all’Admin, sì, io cerco di mantenere quiete e razionalità.
Per fare questo mi sottopongo ad un certo stress.
Faccio questo da molti anni e in diversi modi.
Per rispondere ad Alos, il mio metodo è meditativo, ma comunque ho avuto i miei episodi “esplosivi”!!
Vorrei fare delle proposte.
Piccola premessa:
Io sono del parere che l’uomo è come una pentola a pressione, se non c’è una “valvola di sfogo” scoppia.
Penso che ogni persona abbia il proprio modo per sfogarsi.
Quando ho esposto la mia teoria ad un amico, è “scoppiato” lui.
Io sono rimasto del mio parere e lui del suo.
Quando ho ripetuto per l’ennesima volta il mio parere si è irritato.
La sua risposta non è rilevante, ma la sua reazione sì.
In condizioni normali potrebbe essere utile sfogare la rabbia come dice Kain-the-alkemyst…
“…sfogarla magari picchiando un sacco.”
Però proporrei di reagire alla rabbia facendola scorrere via come un vetro che fa’ passare la luce dentro di se (per poi ributtarla fuori) e non come uno specchio che la riflette al mittente.
Infine la mia opinione è che in linea di massima, la rabbia è una violenza contro se stessi, più che verso gli altri (o verso chi desta il sentimento rabbioso).
Se ricordo bene, ho sentito in televisione che il sentimento di rabbia è (appunto) un conflitto interiore, che emerge dal subconscio quando la parte cosciente (e razionale) del proprio io non riesce a prendere una decisione.
Forse un meccanismo simile all’impulso che l’adrenalina dà al corpo.
La rabbia permette (come l’adrenalina) di prendere una decisione immediata.
Questa è una cosa negativa o una cosa umana?
OK per ora la finisco qui, infondo nessuno ha chiesto il mio parere mi sembra.
:p






Ultima modifica di so tom il Lun Lug 25, 2011 2:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Dom Lug 31, 2011 1:38 am

L'adrenalina non aiuta a prendere le decisioni Tom. Anzi è solo una tanica di benzina davanti al fuoco. L'esercizio fisico non fa altro che sfogare la rabbia e da molti terapeuti è definito anche come un "tocca sana", come posso anche confermartelo io. Ci sono tutta una serie di reazioni fisiologiche che aiutano il relax e l'adrenalina non è una di queste. Per la mia esperienza è giusto conoscersi, provare, sbagliare e sfogare.
Ogni persona ha le proprie idee, ma come ogni cosa bisogna saper ascoltare e comprendere. Se le persone si raccotano di un episodio, o di un pensiero, ed uno dei due non riesce a tollerare il punto di vista dell'altro e si arrabbia, per carità, magari ha anche le sue ragioni, ma anche quella è rabbia.
Giustamente ci sono tante sfumature di rabbia, per questo biogna per ognuna, o almeno ragrupparle in categorie, fare un lavoro interiore che è interamente personale ed unico. C'è chi la abbatte con la meditazione, chi con l'esercizio fisico, altri ho sentito con la musica, o altri modi; ognuno ha il proprio metodo.
La rabbia è un sentimento che dipende sempre da come è usato e provato, ogni persona deve interrogarsi su quello che ha dentro di se, a volte evitarlo, e quindi imparare a riconoscerlo.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Jedi
Admin
avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mar Ago 02, 2011 11:59 pm

Infatti so tom la rabbia non deve essere repressa, chi fa questo... non fa altro che rimandare l'esplosione...
la rabbia posso assicurarti che in fondo, non ha mai ragione di esistere se guardi la vita con una certa ottica, che oltretutto è anche piuttosto intuitiva ed elementare...
se qualcuno cerca di farti arrabbiare, e tu ti arrabbi...
cosa risolvi?
chi è che effettivamente sta poi male in caso di esplosione?
le azioni "dettate" dalla rabbia a cosa ti portano usualmente?

e potrei continuare, con tante altre domande...
penso di essermi fatto capire, la rabbia è umana, ma non tutto ciò che è umano è perfetto, è nostro dovere cercare di perfezionarci, per fare del nostro meglio...
la rabbia è un sentimento negativo, che non porta a nulla di buono, va semplicemente "lasciato andare", non è facile, ma è fattibile... Wink
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://jedismo.forumattivo.com
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: incidenti   Mer Ago 03, 2011 4:20 pm

OK
Accolgo le vostre idee, ma non voglio discuterne ora.
Vorrei piuttosto esporvi alcune argomentazioni.
Sapete quanti incidenti automobilistici avvengono d’estate a causa del caldo e dell’irritazione (e rabbia) che il caldo porta a causare ai guidatori?
Io direi tanti, anzi troppi, cose che con un po’ di autocontrollo si eviterebbero.
Lo stato meditativo, invece, porta (al contrario) ad un aumento dell’attenzione.
La meditazione causa un amento delle “onde Alfa” nel cervello.
Una mente abituata a meditare trova calma nei momenti più assurdi (e che necessitano di attenzione) che possano accadere.
Che poi il fegato possa gonfiarsi come una “zampogna” è possibile, ma dipende da persona a persona.
Comunque non dico che bisogna meditare dalla mattina alla sera, e che non ci siano controindicazioni a questo modo di fare, ma so quali sono i vantaggi per l’attenzione.
Infine visto che siamo su questo forum, dovremmo parlare delle conseguenze della rabbia nella Forza?
Quando Palpatine faceva di tutto per fare infuriare Luke, cosa succedeva? Per inciso:
prendo per esempio Star Wars solo perché è l’esempio più condivisibile, non perché sia la realtà.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Ago 03, 2011 4:47 pm

Le onde alfa non fanno altro che usci nel momento dell'attività onirica del cervello, durante la fase REM.
Il sonno è utilissimo come al deframmentazione per il pc; la meditazione è una pratica che mira ad arrivare allo stato di veglia e ad interpretare le visioni della fase onirica che si ha, durante la fase REM.
E' risaputo che un clima ppiù caldo porta ad uno stato di irritabilità delle persone, poi, per dirla cme Jioele Dix "...l'automobilista è sempre incazzato...". Molto spesso siamo intolleranti alle cose che ci circondano perché, secondo me non facciamo le cose anche per noi. Non dichiamo abbastanza tempo per la cura di noi stessi e del nostro essere (inteso come egoismo positivo e non negativo del termine). Non possiamo inoltre dimenticare che i tempi moderni ci vogliono sempre di corsa e pieni di problemi, quasi a volerci sempre malati e scontenti.
Palpatine voleva fomentare Luke per il semplice fatto che si sarebbe fatto prendere dalla rabbia negativa e sarebbe passato al lato oscuro.
Nel film il passaggio al lato oscuro viene visto sempre come come il provare sentimenti negativi, i Jedi del film sono altamente rigorosi in questo, ma nella realtà non credo che ci sia tutta questa smania di non dover provare queste emozioni. Sappiamo che ci sono, accettiamole, conosciamole, studiamole, esattamente come è in parte il pensiero dei samurai nipponici.
Se guardi bene i vecchi samurai si dedicavano anche ad altre arti oltre a quello della spada, e ti portano a cercare la conoscenza. Allora studiamo e vediamo se poi è veramente così, io trovo che non sia come viene detto nel film.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: astrazione   Mer Ago 03, 2011 5:54 pm

Caro Kain, non voglio contraddirti, ma ti invito a riflettere e magari a fare qualche ricerca.
Non pensi che una meditazione “avanzata” possa portare a percepire le “Onde Alfa” anche durante il giorno e non solo nella fase REM?
Non nego che una persona “posseduta” da Onde Alfa sia un tantino “sognante”, ma c’è una linea sottile fra il sognare ad occhi aperti e controllare il proprio stato d’animo.
A volte bastano un paio di secondi, anche se persone ben allenate tipo i Guru indiani ecc. ecc. possono riuscirci per molto più tempo.
Il nostro Admin ha detto che il Jedismo assomiglia al buddismo.
Nel Buddismo e nella meditazione Zen, esiste la “meditazione come astrazione dall’ Io” nello Zen c’è il maestro che passa fra le persone in meditazione e dà un colpo secco a chi sta per addormentarsi.
Poi scusa ma non mi dire che il sonno e i sogni sono come il defrag del PC, io più sto al PC e più lo odio.
Sad


PS
Ora scusatemi ma devo andare, magari ci si risente domani...
^_^
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Jedi
Admin
avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Ago 03, 2011 7:34 pm

Infatti l'obiettivo è "l'attenzione", la totale lucidità e consapevolezza del "qui ed ora", senza filtri...senza pensieri, essere semplicemente qui (cosa non tanto semplice in realtà...), senza contare che è proprio "l'io" che scatena la rabbia, bisognerebbe arrivare alla consapevolezza che non c'è nessun io... è quello il fine, se si arriva a tale consapevolezza, è praticamente impossibile arrivare allo "stato di rabbia", il vero nemico... è il nostro ego
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://jedismo.forumattivo.com
alos

avatar

Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 07.09.10
Età : 22

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Ago 03, 2011 7:51 pm

io concordo con kain ( .)_( .)
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: mia conclusione   Dom Ago 07, 2011 1:38 pm

OK Very Happy
Mi fa piacere scambiare idee con voi, ma per questo argomento, io finisco qui.

study study

Mi piacerebbe continuare a parlarne, ma la cosa diventerebbe troppo soggettiva, magari poco interessante e forse inutile.

Rolling Eyes

Inoltre un forum è un forum, non si può fare demagogia.
Potrei intervenire se qualcuno posta qualcosa.

@

Ora vado a cercare un'altro topic...

Wink
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Dom Ago 07, 2011 2:14 pm

Chi è "possaduto" dalle onde alfa, vuol direche sta entrando nella fase REM. Questo è innegabile, lo documentano le prove scientifiche.
Il controllo dell'emozione si affronta non solo con la meditazione, ma soprattutto con il controllo del respiro; cominciando a respirare lentamente, e unito alla "calma della mente", cosa che insegnano con la meditazione, si possono calmare i pensieri, di conseguenza a tutti gli aspetti che sono legati alle emozioni.
Il problema con le emozioni, soprattutto con quelle forti, provocano una grande agitazione, e questa è data dall'entrata in circolo di adrenalina e altre sostanze eccitatorie (al momento sto ancora cercando altre risposte), e questo fa si che il pensiero resti inella mente pr parecchi minuti e quindi è difficile riuscire a calmare. Se si riesce a tranquillizzare la mente, con un determinato processo di immagini volontarie, si riesce a creare un processo di tranquillizzazione. I guru e altre figure similari sono solo più addestrati in questo tipo di pratica, che assomiglia molto al training autogeno.
Ovviamente se una persona sa fare meditazione non ti chiede di meditare in una posizione ben determinata, ma una più comoda che tu stesso ti puoi trovare. Persnalmente mi trovo bne disteso a letto, con ambiente aerato e con temperatura costante, per evitare che il sistema autonomo ai attivi e ci faccia provare dei "fastidi" a livello emotivo; è risaput che le ale temperature fanno agitare le persone.
Se il monaco passa con il bastone a dare una pacca in testa al praticante è la prova che non devi addormentarti, infatti il REM corrisponde allo stato di dormiveglia, quindi non sei ne addormentato ne sveglio, ma solo in una via di mezzo. Infatti fuori dalla fase REM nn si sogna.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Ago 10, 2011 12:00 pm

Va bene Kain, ma ora stiamo uscendo dall’argomento.
Possiamo comunque dire che esistono delle tecniche per controllare la rabbia e mantenere l’autocontrollo.
Cosa che io comunque ho trovato molto utile.
Questa naturalmente è un’opinione soggettiva, come del resto è soggettivo il fatto che tu fai meditazione disteso a letto, e io invece preferisco la posizione classica Yoga (per meditazioni lunghe ed impegnative) o la semplice posizione da seduto.
Anche sulla fase REM e sulle Onde Alfa si potrebbe continuare, ma non lo trovo particolarmente utile.
Il fatto è che questi sono studi discutibili, infatti se ricordo bene la scienza è riuscita a capire solo che noi usiamo una piccola parte del nostro potenziale.
Se ricordo bene il 90% delle funzioni cerebrali sono sconosciute alla scienza.
Non credo che la natura ci abbia dotato di un 90% di massa cerebrale in più.
Ci sarà un qualche tipo di utilità nell’avere un grande cervello.
Da come la vedo io, il problema è che la mente umana non ha confini, nel senso che uno studio sulla mente umana dovrebbe andare dalla neurologia allo studio dell’anima, un lavoro davvero impegnativo.
Penso possa essere utile spostare la discussione nella parte del forum dedicata alla meditazione o fare un nuovo topic.

Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Jedi
Admin
avatar

Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Mer Ago 10, 2011 3:12 pm

Credo sia più sensato aprire un nuovo topic se si tratta di altri argomenti, questo topic trattava nello specifico del controllo della rabbia... e quindi anche di tutto ciò che ne consegue, meccanismi, tecniche di controllo...ecc...
in fondo non mi sembra siate andati off topic, ma se sei interessato a parlare di altro... come solito nei forum, prima si cerca un topic adatto, se non c'è... si crea Wink
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://jedismo.forumattivo.com
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   Sab Ago 20, 2011 11:17 am

Non è che sono studi discutibili, sono daati provati e verificati, io personamente non mi metterei nemmeno a discuterli.
La scienza sta tentando di spiegare quello che le filosofie orientali fanno da anni, con gli strumenti che possiede ed evolvendosi; che non possa spiegare tutto è assodato.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Controllo della rabbia   

Tornare in alto Andare in basso
 
Controllo della rabbia
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Spiritualità Jedi :: Il Cammino Jedi-
Andare verso: