Un luogo di incontro per tutti coloro che seguono lo Jedismo o sono attratti da esso
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 castità

Andare in basso 
AutoreMessaggio
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: castità   Mer Feb 08, 2012 1:07 pm

Visto che Kain ha condiviso la sua esperienza, approfitto per parlare della castità.
Non credo ci sia bisogno di dire che qui in Italia, come in altri paesi cattolici, la castità sia importante.
Penso che la religione cattolica (e la chiesa romana) abbia preso molto dai credi precristiani.
Per quello che so, cose come inferno, paradiso, e castità, non sono esplicitamente menzionate nel vangelo, ma sono “interpretate” dai sacerdoti cattolici.
La castità estrema dei sacerdoti cattolici non trova riscontro all’estero.
Qui in Italia un sacerdote non può sposarsi, ma in America invece il sacerdote (mormone) non solo può sposarsi, ma DEVE farlo per progredire nella comunità.
I mormoni americani sono cristiani tanto quanto i cattolici italiani, ma fino a pochi decenni fa non solo un mormone poteva sposarsi, ma poteva avere anche più di una moglie.
Forse, come ho detto prima, la religione cattolica ha preso dai vecchi culti il valore della castità.
Quando in Grecia e nell’impero romano c’era il politeismo, esistevano le sacerdotesse che si dedicavano anima e corpo agli dei (o al dio) che in qualche modo rappresentavano qui sulla terra.
Quindi una sacerdotessa che seguiva Giunone (o Era per i Greci) se era casta, poteva prendere “i favori” della dea (o del dio) che doveva rappresentare materialmente.
Quindi il binomio sacerdozio = castità potrebbe non essere strettamente cristiano.
Ma qui si dovrebbe parlare di jedismo…
Forse in questo forum siamo meno interessati alla teologia, il tema è il “jedismo” e la “forza”.
Tuttavia le vecchie religioni possono essere prese come vecchie interpretazioni della “forza” o delle trame di essa.
Il concetto e la pratica della castità potrebbe non essere una cosa del tutto sbagliata.
Tornando all’esempio delle sacerdotesse non erano rari i casi in cui una sacerdotessa riusciva a preannunciare una battaglia o una guerra o i loro esiti finali.
E’ vero che queste sono cose che vanno fra mito, leggenda e realtà, ma le testimonianze storiche sono parecchie.
Che la religione politeista abbia attribuito certe abilità agli “Dei dell’ Olimpo” e non alla “Forza” non significa che dobbiamo credere ora come allora agli dei e non alla “forza” (infondo siamo nel 2012).



Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: castità   Mar Feb 21, 2012 12:29 am

Dunque...io penso che la castità debba essere il periodo tra un rapporto e l'altro. Nel jedismo, se stiamo ancorati a quelli che sono i film della saga, i jedi non possono ne sposarsi ne avere figli. Io non lo trogo giusto. Se guardiamo bene, il M° Yoda dice che ai jedi é proibito l'attaccamento alle cose, solo peril fatto che porta al lato oscuro. Se noi non amiamo e non ci leghiamo a qualche persona, sono d'accordo che sia una scelta personale, ma me ne guardo bene dall'imporla ad altri jedi. Se non si ama non ci si può conscere, ed il corpo poi ti porta a desiderare una donna o un uomo (caso omosessuale). Non conosci, sei ignorante, noi rifuggiamo l'ignoranza. Entriamo quindi nel circolo vizioso della conoscenza del lato oscuro (che secondo me é fomdamentale per evolversi positivamente), castità o non castità? Il corpo e la mente hanno i propri bisogni, quindi preferisco andare contro la castità e soddisfarli, così la mia mente è piú libera. Certo al lato opposto, non deve diventarebuna dipendenza. Equilibrio.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: Re: castità   Gio Feb 23, 2012 4:33 pm

Caro Kain, ho letto il tuo post.
Penso che a questo punto entriamo nell’ambito di una cosa estremamente delicata, cioè la dicotomia fra libertà e bene comune.
Facciamo l’esempio dei Greci.
Ora la Grecia è sull’orlo del default, ed è combattuta fra rimanere nel unione europea e uscirne fuori.
I governanti ci chiedono di limitare la nostra liberà per un bene superiore.
“Se tutti pagano le tasse, le tasse ripagano tutti”
OK potrebbe andare (scelta personale infondo), ma la libertà ha un valore inestimabile.
Nessuno può imporre niente ad altri, ma è anche vero che certe cose o si sanno o non si sanno.
E’ anche vero che se qualcuno viene qui in questo forum, probabilmente si aspetta di essere appagato nelle proprie curiosità o di avere una guida al credo del jedismo.
Non si tratta di imporre ma di condividere, senza condivisione non c’è crescita comune.
Se lo stato impone le tasse anziché spiegarci perché le cose vanno male, è un modo per prevenire “possibili” conseguenze negative per la collettività.
Se io scelgo di non seguire gli insegnamenti di qualcuno che non condivide i miei principi, è perché questo è un modo per essere coerente.
Se qualcun altro sceglie di spendere migliaia di parole per limitare il meno possibile la libertà altrui, anche questo è un modo di fare le cose.
Forse il modo giusto non esiste, ma se tu caro Kain segui quest’ultimo metodo ti consiglio di prepararti a scrivere il libro che hai citato in alcuni dei tuoi post, anzi ti consiglio di scriverne uno moooolto lungo.
^_^

Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: castità   Ven Feb 24, 2012 9:17 am

Ognuno di noi deve seguire la prorpia natura, facendo bene prima di tutto per se stesso e anche per gli altri (Osho docet). Noi non possiamo esimerci da essere essere viventi con bisogni biologici più che normali. Responsabilità ed intelligenza.
vietare le cose non fa altro che alimentare la curiosità e la voglia di provare. Allora provate, conoscete, sperimentate (non cose estreme ne omicidi o altre cose del genere). Lo stato è un'altra cosa, gli uomini impongono delle regole per la comunità, ma nel nostro paese, per gli interessi di chi tra cui il Vaticano. La resistenza alla libera espressione sessuale è qualcosa che ci hanno imposto perché la chiesa commetteva stupri fisici e aveva rapporti di ogni genere tramite i suoi preti scorretti (non tutti) e per non dividere il patrimonio con i figli illegittimi che lasciavano in giro. Ci sono regole di rispetto che trovo giusto osservare, ma non trovo giusto imporre. Lasciamo che ognuno segua la sua strada. Ci sono sempre delle sfumature, non sarei assoluto, si può essere d'accordo su molte cose, o su poche, ma non bsu tutto.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
so tom



Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 24.07.11

MessaggioTitolo: Re: castità   Mer Feb 29, 2012 3:11 pm

Senti Kain, se un anziano da un consiglio ad un bambino, non è per imporre qualcosa.
E’ vero che i tabù vanno infranti, ma bisogna farlo con spirito di responsabilità.
Se i genitori di un bambino impongono al figlio di non giocare con il fuoco un motivo c’è.
Comunque ci sono cose peggiori dei tabù, ci sono le “cose non dette” o tacitamente “non negate”.
L’altra volta ho parlato di cose come inferno, paradiso e castità,
Ci sono tante cose prese da altri credi e comodamente non smentite.
L’inferno se non sbaglio per i testimoni di Geova è semplicemente la Gina, ossia quello che succedeva alle persone decadute o malate, che venivano prese e buttate in un fosso e poi bruciate, anziché essere degnamente seppellite.
La religione cattolica ha tacitamente trasformato la Gina nell’ Inferno.
Io ho 40 anni, e non ho tempo da perdere con speculazioni retoriche.
Ci sono troppe cose non dette e senza una base comune di intendimento (come le regole), molte cose non dette rimarranno così (con immensa goduria di chi nell’occulto ci sguazza).
Quindi sì, hai ragione, non si può essere d’accordo su tutto, vuol dire che chi seguirà il principio della castità potrà rivolgersi da me, e chi non lo farà potrà rivolgersi da te.
OK?

Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Kain-the-alkemyst

avatar

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 21.10.10

MessaggioTitolo: Re: castità   Mer Feb 29, 2012 3:21 pm

Preferirei che si riolgessero a loro stesso piú che a me. Io non ho da insegnare, ma solo da apprendere. Giustamente non si puó e non si deve essere daccordo su tutto. Io rispetto il punto di vista altrui, e che scherziamo, ci mancherebbe altro. Sto solamente dicendo che ogbubo deve seguire se stesso e la propria interioritá e natura. La castitá per alcuni è un valore.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: castità   

Tornare in alto Andare in basso
 
castità
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Spiritualità Jedi :: Radici Antiche-
Andare verso: